Daniele Brescia

Daniele Brescia
Monopoli, Bari (IT), 1983

Appuntamento al buio, 2010
Bitume 2014, Fab30
testo / text: Valentina Isceri

Nella notte insonne del viaggiatore la città si cela in ombre e vicoli privi dei comuni punti di riferimento, labirinto interiore che si confronta con la riflessione, la domanda, nel vis-à-vis con l’elemento urbano. Il vagare notturno narrato lascia un segno, crea un percorso, crea spazi altri e li porge al nostro sguardo. Lo spazio urbano non ci appartiene, è spazio delegato. Lo sguardo risolutivo e reportagistico ma ciò non di meno liquido scivola così sulla vista diaframmatica di Daniele Brescia che ha voulto imprimere la sua pellicola dei colori indistinti e metallici di un’urbe sconosciuta e lunare. L’eredità del metodo Hofhlehner e della fotografia americana a bordo delle magiche Greyhound Lines è qui tutta dispiegata.

When a sleepless traveller meanders at night, he can see the city hiding in shadows and alleys, captured in an interior dialogue with the urban element. The act of wandering at night, captured by the photographer, creates a path, creates space and it is all ours to look. The urban space does not belong to us, it is a gift. Daniele Brescia wants to imprint metallic blurred colours on his film, depicting an unknown, silvery city through a strong, and yet liquid, perspective. Joseph Hoflehner’s legacy, with his magical photography of the Greyhound Lines, is all unfolded here.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *