Marie-Pierre Cravedi

Marie-Pierre Cravedi
Eclépens, Vaud (CH)

La Réunion, 2013
Bitume 2014, Fab30
testo / text: Valentina Isceri

La trasmissione della memoria unita a un forte senso di appartenenza degli oggetti è al centro della riflessione di La Réunion. In un mondo accelerato dove tutto cambia rapidamente, la casa e la famiglia restano delle costanti. L’interesse principale di questo lavoro è quello di affrontare il luogo dei singoli all’interno del gruppo familiare. Come può ognuno mantenere la propria identità? Come possono le relazioni lavorare in gruppo? In un ambiente complesso come la famiglia, come può la fotocamera trovare il suo posto senza cambiare l’atteggiamento dei protagonisti? L’esegesi è lineare ma connotata da quella sofferenza e determinazione tipica di una certa letteratura ispanoamericana, quasi serraniana.

La Réunion focuses on the transmission of memory linked to a strong sense of belonging. In a fast world where everything changes rapidly, the concepts of home and family still stand. Cravedi’s aim is to investigate the role of the individual within their family group. How can anybody keep their identity? How can relationships work in a group? How can the camera not influence the behaviour of the people in a complex environment known as family? The photographer’s interpretation is linear but it is also characterized by a sense of pain and determination, which are quite common in the Hispanic-American literature.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *